Cittadinanza

Cittadinanza

L’agenzia di traduzione aemilia tradux, forte nel settore delle traduzioni di tutti i documenti necessari per l’acquisizione della cittadinanza italiana, ha deciso di offrire ai cittadini comunitari ed extracomunitari un servizio integrato volto anche al supporto normativo e procedurale nella compilazione e nell’invio telematico della richiesta di cittadinanza. La domanda di cittadinanza, affinché porti ad un esito positivo, deve essere presentata in modo corretto, evitando sprechi di tempo e denaro.

Il settore della pubblica amministrazione interagisce con il pubblico solamente in lingua italiana e spesso con un linguaggio molto tecnico e quindi difficile da comprendere da parte dei cittadini stranieri che non conoscono bene l’italiano. Le procedure per l’ottenimento della cittadinanza sono poi soggette a cambiamenti continui e mantenere rapporti corretti con la Prefettura competente per seguire l’iter delle pratiche richiede tempo e dedizione. Il personale dell’agenzia di traduzioni aemilia tradux offre un supporto linguistico e legale completo, mettendo a proprio agio il cliente, spiegando le modalità e le procedure nella lingua straniera del caso.

La cittadinanza in Italia si può richiedere o per matrimonio o per residenza, rispettivamente ai sensi degli articoli 5 e 9 della legge 5 febbraio 1992, n.91 e successive modifiche ed integrazioni.

L’agenzia di traduzione aemilia tradux offre una consulenza precisa e puntuale sulla documentazione necessaria per presentare correttamente la domanda di cittadinanza ed è in grado di offrire una solida assistenza nella risoluzione delle problematiche che potrebbero insorgere.

Cittadinanza per residenza

Alla luce della vigente normativa, i requisiti che i cittadini stranieri extracomunitari devono possedere per poter inoltrare la domanda di cittadinanza corredata con la documentazione necessaria sono:

  • Residenza in Italia da almeno dieci anni
  • Redditi sufficienti al sostentamento almeno negli ultimi tre anni
  • Assenza di precedenti penali
  • Assenza di motivi ostativi per la sicurezza della Repubblica.

Oltre a ciò, da dicembre 2018, viene richiesto il requisito della conoscenza della lingua italiana tramite o un attestato di competenza (Livello B1) oppure il possesso del permesso di lungo periodo, quello che viene comunemente denominato “Carta di Soggiorno”.

Per quanto riguarda i cittadini comunitari invece gli anni di residenza sono stati fissati a quattro, mentre per i rifugiati politici in possesso di un permesso per asilo politico gli anni indicati ammontano a cinque.

L’agenzia di traduzioni aemilia tradux è a disposizione per fornire supporto legale e linguistico alla raccolta della documentazione necessaria per la presentazione della domanda della cittadinanza.

Cittadinanza per matrimonio

Per quanto riguarda la cittadinanza da acquisire PER MATRIMONIO invece può essere richiesta dal cittadino straniero o apolide, coniugato con cittadino/a italiano/a:

Dopo due anni (24 mesi) di effettiva convivenza con il coniuge italiano (ad esempio, se si è sposati da vent’anni con il proprio coniuge ma quest’ultimo è divenuto italiano solo da un anno, occorrerà attendere ancora un anno prima di poterla richiedere), oppure dopo appena un anno (12 mesi) di residenza in Italia con il cittadino italiano, in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.

in caso di residenza all’estero, dopo tre anni (36 mesi) dalla data del matrimonio (sempre che lo stesso non sia stato annullato o sciolto e che i coniugi non si trovino in fase di divorzio) oppure dopo un anno e mezzo (18 mesi) in presenza di figli nati o adottati da coniugi.

Garanzie fornite dalla cittadinanza

La cittadinanza italiana per gli stranieri radicati in Italia è un obiettivo molto importante in quanto offre maggiori garanzie in materia di unità familiare ed aumenta le opportunità e la qualità della vita. Il cittadino straniero che ottiene la cittadinanza:

  • Può circolare liberamente in tutti gli stati dell’Unione Europea e può decidere di stabilirsi e lavorare in uno di questi stati (con il permesso di soggiorno questo non è possibile);
  • Può beneficiare del diritto di voto;
  • Può ricoprire pubblici incarichi e pubbliche funzioni;
  • In qualsiasi paesi si trovi, può godere della tutela da parte delle autorità diplomatiche e consolari di uno stato dell’unione europea.

L’ottenimento della cittadinanza italiana permette altresì di non richiedere il visto per tantissimi paesi. Inoltre il passaporto ha una validità di 10 anni e consente di non dover continuamente rinnovare il permesso di soggiorno sostenendo ulteriori costi.

La Cittadinanza italiana può altresì offrire numerosi vantaggi ai familiari rientranti nel primo grado di parentela del cittadino straniero una volta naturalizzato italiano residente in Italia, fra i quali ricordiamo:

  • Il visto di ingresso, senza il rilascio del nulla osta da parte della Prefettura
  • Visto per familiare al seguito con validità annuale per i familiari da ricongiungere, rilasciato direttamente dall’Ambasciata italiana nel paese di provenienza.
  • Carta di soggiorno ai sensi del Decreto Legislativo 30/2007 e successive modifiche ed integrazioni con validità quinquennale.

Lo Studio offre inoltre assistenza e consulenza agli stranieri in Italia e Unione Europea, in relazione alle seguenti pratiche:

  • Permessi di Soggiorno
  • Visti
  • Nulla osta
  • Ricongiungimenti familiari
  • Domande di lavoro e redazione Curriculum Vitae in lingue straniere
Contattaci su Whatsapp